17
lug
09

Un’estate fa

Guerrazzi

Un’estate fa il nostro salotto era attrezzato a campeggio di fortuna per studiare Bappo, oggi il salone è attrezzato a rifugio per gli zinghi.

Gli zinghi sono qui per onorare un ragazzo arrivato dalla lontana valle del Nestore in cerca di fortuna, un ragazzo arrivato sognando La California (quella in provincia di Belluno) e che, giunto a Pisa per il suo erasmus, appena sceso dall’aereo ha dichiarato “Non è che sia proprio l’America”.

Alla fine il suo erasmus è finito, pedalata dopo pedalata, nonostante le macchine guidate dai nemici politici e professori col parrucchino e dall’arlotto facile il Guerrazzi non si è mai arreso, e alla fine il suo caro vecchio pezzo di carta lo aspettava al traguardo, certo non c’erano proprio le ragazze con lo spumante e la ghirlanda di fiori ma certe volte anche una professoressa senza barba può sembrare una gran bella gnocca.

Alla fine era giusto così, non poteva che essere lui l’ultimo a raccontare cazzate ad una commissione disinteressata, lui che di cazzate ci ha riempito un blog e probabilmente ne farà una professione, ma l’importante non è cosa si dice ma come come lo si dice e in questo il Guerrazzi ha sempre primeggiato.

Finisce tutto così non in volata ma passeggiando col gruppone, in fondo il Guerrazzi non ha mai detto di volere la maglia ciclamino, gli è sempre e solo bastato il pezzo di carta, per la maglia rosa c’è ancora tempo.

16
lug
09

Verranno a chiederti di Casapiddu

belli che siamo
E domani finisce tutto. Era il luglio 2006 quando noi quattro spiantati bussavamo alle porte dei padroni di casa pisani, tutti figli di meretrice, in cerca di un alloggio. C’era una laurea specialistica in Informatica da prendere, e la davano proprio a pisa. Tredici esami interessi zero, un occasione da non lasciarsi sfuggire. Dopo qualche giro nella Pisa africana di luglio trovammo Ulisse, un grasso e sporco geologo che ci affittò Casapiddu. Non c’era niente dentro, esclusa la sporcizia lasciata da Ulisse stesso; oggi, dopo tre anni, continua a non esserci niente. Ci lasciamo giusto la nostra storia.
Abbiamo vissuto qui dentro come una famiglia, c’avevamo pure la mamma rompipalle che guardava le telenovelas. Ma non alcune, tutte. La dedizione che la sguattera metteva nel seguire le più ignobili porcate televisive è paragonabile solo all’impegno che profondeva nello studio. La sera non si usciva quasi mai, e il week end si tornava sempre a Perugia, avevamo troppe cose da fare per permetterci la vita da studenti fuorisede. La comicità di bassa lega, a suon di aria da ogni buco, di Jimbo e il Ragazzo Strambo avrebbe messo alla prova qualsiasi forma di convivenza. Eppure ce l’abbiamo fatta lo stesso, a non scannarci. Qualche volta avrei ucciso qualcuno, soprattutto la Sguattera; il non averlo fatto dimostra come anche io, ogni tanto, cresco. A metterci alla prova, dopo un anno, è arrivato pure il Mangi: lo abbiamo preso come un figlioletto smarrito, ed ora è un eminente ricercatore al CNR di Pisa. In questo ultimo anno è impazzito a causa delle donne, ma gli abbiamo voluto bene lo stesso. Poco importa se qualche volta per uscire sono dovuto sgattaiolare via di nascosto nottetempo, con il Ragazzo Strambo che copriva il rumore dei miei passi cantando Michael Jackson buonanima.
Le caratteristiche climatiche di casapiddu ci hanno accompagnato, e non le dimenticheremo. Freddo di inverno, per risparmiare sul metano in effetti, e caldo disumano d’estate. Anche adesso dentro casa ci sono 27 gradi, e non c’è finestra aperta di notte che li faccia scendere. Le zanzare a volte rimanevano pure per natale, trovando nel cortile con l’erbaccia alta un metro il loro habitat naturale. Quattro ragazzi ed una ragazza che vivono d’amore e d’accordo non possono essere molto a norma, e infatti per sfogare la pazzia aprimmo questo blog. Dentro c’abbiamo messo qualsiasi cosa, comprese testimonianze video che hanno riscosso grande successo, anche tra quei balordi dei pisani.

Ma domani finisce tutto. Le ultime cazzate da dire ad una commissione di professori, e non potevano che essere le mie, poi si sbaracca. Un po’ di spumante e roba varia, e ognuno per la sua strada, sperando di averla smaltita che sennò ci tolgono la patente. Se non fosse che mi sta di molto sul cazzo, ringrazierei dio per quello che mi ha fatto vivere in questi tre anni.

14
lug
09

The Sunshine In

Campioni del mondo

La cavalcata dei Panzerotti non poteva che concludersi con l’apoteosi cannavaresca della coppa al cielo. Dal torneo Volley al Centrale, organizzato dall’Avis comunale marscianese, arriva il trofeo che farà ricordare Rambo Guerrazzi, una volta morto, come qualcuno che ha vinto almeno qualcosa.
La finalissima arriva al termine di una settimana di gare, in cui i Panzerotti hanno lasciato intravadere fin da subito di che pasta sono fatti. Nonostante la censura vetero-comunista sul nome iniziale scelto dal team, Bucciottini, la squadra è scesa in campo fin da subito con l’obiettivo di far divertire il pubblico assiepato sugli spalti. Canti hippie duranti i time-out e gioco spumeggiante, condito da un caos generale in grado di sviare ogni avversario: il giusto mix per essere l’unica squadra imbattuta del torneo. Continua a leggere ‘The Sunshine In’

08
lug
09

NULL di nuovo sul fronte occipitale

Succede un po’ di tutto, dentro e fuori casapiddu. L’aria di smobilitazione comincia a farsi sentire, il frigorifero sembra il deserto dei tartari e le piante di Jorgio hanno conquistato la terrazza e iniziano a rivendicare diritti. La vicina Mamma diavola cerca disperatamente qualche pirla a cui vendere il suo appartamento, ed esercita continue pressioni sui pidduisti: non stendete i panni, non parcheggiate le bici, non abbassate le zanzariere, e via dicendo. Solo il fatto di averla sentita gemere mentre concepiva la piccola Ibrida (nata un anno fa) sta facendo desistere gli abitanti dal fargli notare la sua paraculaggine. Continua a leggere ‘NULL di nuovo sul fronte occipitale’

01
lug
09

Mannaggia a Padre Pio Bovio

Quello che resta della Pio Bovio

Quello che resta della Pio Bovio

Delusione, soddisfazione, mescolati in un turbine di istinti omicidi e giocate deliziose. Questa in sostanza la lunga notte della Pio bovio, impegnata nelle due partite che decidevano il futuro di questo torneo di Badia. Una manifestazione tra amici, organizzata alla “viva il parroco”, cosa che inevitabilmente si risolve nelle ingiustizie irrazionali tipiche dell’ambiente cristiano. Procediamo però con ordine a narrare cosa è successo. Continua a leggere ‘Mannaggia a Padre Pio Bovio’

30
giu
09

T’amo Pio Bovio

Il presidente della Pio Bovio

Il presidente della Pio Bovio

BADIA di RIGLIONE di ORATOIO – Ultimi giorni di pidduismo, ma le attività di casa sono ancora frenetiche. Jorgio e il Ragazzo Strambo hanno ormai l’anima in pace e si dedicano chi al giardinaggio, chi al culto di improbabili macchine fotografiche giocattolo, mentre il Mangi è sempre più il Fantozzi della megaditta CNR. Rambo Guerrazzi, da lottatore indomito quale è, vuole invece lasciare il segno in tutti i campi, ivi compresi quelli a maggese. “Voglio lasciare Pisa dopo aver conquistato un trofeo”, dichiara Guerrazzi, “per questo ho accettato la buona offerta del team Pio Bovio, rinomata squadra di volley pisana”. L’affermazione crea scompiglio tra i giornalisti accalcati in via San Donnino, soprattutto per il fatto che in caso di riuscita, questo sarebbe l’unico trofeo mai vinto dal Guerrazzi.

Continua a leggere ‘T’amo Pio Bovio’

22
giu
09

Casapiddì

Pd marsciano umbria dcLa messa è finita, la benedizione presa e casapiddu ha vinto di nuovo. La tattica di sembrare comunisti per portare via voti ai comunisti ha funzionato: è bastato fare leva sui soliti argomenti, attaccare gli avversari fascisti e reazionari, niente di più facile. Ora che il Pd ha vinto il ballottaggio possiamo confessare la nostra vera identità, i più distratti ci avranno preso per dei facinorosi, dei sostenitori di temi assurdi quali il lavoro,la questione morale e mille altre cose noiose che, come già detto, servono solo a indebolire i comunisti mangiapotti direttamente da dentro. Continua a leggere ‘Casapiddì’




Difendi Rebeldia!

Aggiungi ai tuoi feed

 RSS Feed
Add to Google
Add to My Yahoo!
Add to Technorati Favorites!
Add to netvibes

Blog Stats

  • 239,148 hits

Pidduisti on-line

hit counters


Made on a Mac
Last.fm
Giveaway of the Day
highlightInterests("ProfileMusica");
Musicatable.lfmWidget8f0839bdbf919d97305135788e54986d td {margin:0 !important;padding:0 !important;border:0 !important;}table.lfmWidget8f0839bdbf919d97305135788e54986d tr.lfmHead a:hover {background:url(http://cdn.last.fm/widgets/images/en/header/chart/weeklytracks_regular_blue.png) no-repeat 0 0 !important;}table.lfmWidget8f0839bdbf919d97305135788e54986d tr.lfmEmbed object {float:left;}table.lfmWidget8f0839bdbf919d97305135788e54986d tr.lfmFoot td.lfmConfig a:hover {background:url(http://cdn.last.fm/widgets/images/en/footer/blue.png) no-repeat 0px 0 !important;;}table.lfmWidget8f0839bdbf919d97305135788e54986d tr.lfmFoot td.lfmView a:hover {background:url(http://cdn.last.fm/widgets/images/en/footer/blue.png) no-repeat -85px 0 !important;}table.lfmWidget8f0839bdbf919d97305135788e54986d tr.lfmFoot td.lfmPopup a:hover {background:url(http://cdn.last.fm/widgets/images/en/footer/blue.png) no-repeat -159px 0 !important;}

pages

luglio: 2014
L M M G V S D
« lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.